“Dentro-Fuori”, il video-concorso per lo sport femminile

È tutto pronto e ormai manca veramente poco: la tanto attesa finale di UEFA Women’s Champions League si giocherà il prossimo 26 maggio allo Stadio Città del Tricolore di Reggio Emilia. E proprio allo stadio i ragazzi, di tutte le nazionalità, fra i 18 e i 29 anni potranno diventare videomaker per un giorno partecipando al video-concorso “Dentro-Fuori”.

L’iniziativa è stata lanciata dalla Federazione per lo Sport del comune di Reggio Emilia nell’ambito del “Progetto Irene – Lo sport per vincere la pace”. L’obiettivo del concorso è sensibilizzare il pubblico al tema dello sport al femminile, puntando al superamento degli stereotipi, alla valorizzazione del valore delle regole, alla coesistenza amichevole e  all’agonismo non conflittuale.

concorso

Il concorso
I videomaker dovranno inviare un video girato allo stadio nel corso della finale del 26 maggio. Il video avrà durata minima di 2 minuti e massima di 3 minuti. Il videomaker dovrà anche realizzare una versione short dello stesso video, della durata di 30 secondi: se il video risulterà vincente sarà utilizzato come pop-up promozionale nella sezione del sito della Fondazione per lo Sport relativa al Progetto Irene, pubblicato sul sito della Fondazione dedicato alla promozione dello sport al femminile e vi rimarrà per un anno, fino alla finale 2017, che si svolgerà il 1° giugno del prossimo anno. La partecipazione è gratuita e le domande di ammissione, corredate dal video, andranno presentate dal 26 maggio al 26 agosto 2016, via e-mail o tramite servizio postale.

Attenzione però: i video dovranno partire da fotogrammi girati dall’autore all’interno dello stadio nel corso dello svolgimento della finale del 26 maggio “da cui si desume inequivocabilmente che l’autore è presente a tale evento”. Il video dovrà poi proseguire all’esterno in flash-back successivi di un percorso temporale, simbolico, metaforico che attraversi la società e il tempo, approdando di nuovo dentro lo stadio (da rappresentarsi anche solo iconograficamente) dove si svolgerà la finale 2017 della UEFA Women’s Champions League.

I premi
Sono previsti tre premi finali: 2.500 euro al primo classificato, 1.500 al secondo, 1.000 al terzo. È anche previsto un rimborso delle spese di viaggio di andata e ritorno, in classe economica. Se i vincitori provengono da una distanza superiore ai 150 km spetterà un giorno di pernottamento in un albergo a tre stelle. Per gli autori residenti in Emilia Romagna non sono previsti rimborsi per il pernottamento.

Le regole da rispettare
Il video dovrà essere titolato non all’inizio, ma su un “nero” finale, con scelta libera di caratteri da utilizzare.
Le parti narrate del video dovranno essere in lingua italiana, e se alcune parti verranno realizzate in lingua straniera, dovranno essere sottotitolate in italiano. Anche le eventuali parti di testo, compreso il titolo, dovranno essere in italiano o, se in lingua straniera, dovranno avere i sottotitoli in italiano. Ogni partecipante potrà presentare al concorso un solo video.
La liberatoria per eventuali immagini di minori va acquisita e documentata alla direzione del concorso. I contenuti dei video non dovranno violare i diritti di privativa industriale, intellettuale, di riservatezza, immagine e privacy altrui, né includere contenuti per pubblico adulto, contrari al decoro, diffamatori, illeciti o contrari alla normativa civile o penale. Non dovranno inoltre contenere elementi pubblicitari diretti, indiretti o subliminali. I video conformi, a giudizio della commissione giudicatrice, saranno pubblicati sul canale YouTube della Fondazione per lo sport. Lì potranno essere votati dal pubblico. Sarà poi la commissione, valutando vari elementi, a stilare la classifica finale.

 

Caratteristiche tecniche del video
Il bando di concorso prevede regole precise sulle caratteristiche tecniche dei video. A pena esclusione dalla selezione, i video dovranno possedere i seguenti requisiti:
– avere contenuti originali, non coperti da copyright
– risoluzione 1920 x1080
– Full HD progressivo
– FPS: 24 fotogrammi al secondo
– Tecnica: animazione o fiction
– Audio livellato a -5 dB (44,100 meglio ma anche 48khz)
– Formato di 16/9
– il video dovrà essere fornito in file .mov h264 o .avi, oltre che, se possibile, direttamente in dcp
– Le musiche devono essere originali, legalmente acquistate o non coperte da copyright
– Durata richiesta: minimo 120 secondi, massimo 180 secondi
– Quantità: il video dovrà essere prodotto in n° 3 copie su altrettanti DVD o chiavette USB (nel caso di inoltro delle domande mediante posta o consegna a mano presso gli uffici della Fondazione – punto 2 del successivo articolo)
– Lingua: italiana o sottotitolato in lingua italiana.

Per ogni eventuale informazione ecco il link al regolamento.

 

Chiara Comenducci

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...